la qualità crea le fondamenta
per garantire risultati eccellenti

controllo qualità

Affinché non si dimentichi che il core business è la stampa e che la stampa resta la principale passione degli addetti, esiste in tutti gli operatori la ferma volontà di applicare la conoscenza e il controllo delle variabili di stampa al fine di ottenere la migliore trasposizione delle idee nei prodotti. La qualità di stampa, dal punto di vista dell’estetica, è perseguita con l’ausilio di strumentazioni idonee: lampade a 5000°K per la costanza delle sorgenti luminose, verificatori per il check up di aspetti funzionali di ogni tipo di barcode, densitometri per il controllo delle tonalità dei colori, spettrofotometri per la

formulazione e il controllo dei colori speciali, miscelatore di inchiostro computerizzato per la preparazione standardizzata e assolutamente ripetibile degli inchiostri di qualunque tipo etc.. Novità assoluta in Italia per la stampa flessografica a tamburo centrale, nel 2014 è stato introdotto nel controllo qualità 100% già presente in MACA, anche lo spettrofotometro in linea sulla stampa che consente di “prevenire” gli scarti e mantenere la costanza colorimetrica dei lavori. Ciò in aggiunta agli spettrofotometri presenti fuori linea, sia per la formulazione dell’inchiostro da utilizzare che per il controllo del lavoro off line.